Bassa modenese, a sei anni dal sisma: Confesercenti sostenere il ritorno delle imprese nei centri storici

Occorre renderli vivibili e attrattivi attraverso adeguate forme di sostegno. Poche le MPMI ancora delocalizzate nei Comuni colpiti dal terremoto “L’obiettivo c’è, è complesso, ma non impossibile da raggiungere: i centri storici debbono essere nuovamente identificativi per le città, contribuire alla crescita economica, sociale e culturale. Riprendersi quel ruolo di fulcro della vita cittadina e quotidiana.” Confesercenti Area Nord a sei anni da quei giorni che segnarono indelebilmente un intero territorio riflette sull’attuale situazione vissuta dalle piccole e piccolissime imprese nei centri colpiti nel 2012 dal terremoto. “Tanto è stato fatto, la vita è ritornata anche nel cuore dei paesi colpiti. Rimangono ancora situazioni di criticità per le piccole e piccolissime imprese legate a ricostruzione ed insediamenti, per quanti sono stati costretti a delocalizzare superabili con adeguate forme di sostegno”,…
Vai all’articolo completo Bassa modenese, a sei anni dal sisma: Confesercenti sostenere il ritorno delle imprese nei centri storici
Fonte: Confesercenti Nazionale

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *