Istat: Confesercenti, tira aria di stagnazione, prioritario evitare recessione

In queste condizioni, gli obiettivi di crescita fissati per il 2019 difficilmente saranno conseguiti Tira aria di stagnazione. Secondo le stime Confesercenti, la pesante flessione della produzione industriale nel mese di novembre si tradurrà in una caduta congiunturale del Pil dello 0,1%, equivalente a quella registrata nel periodo luglio-settembre. Il quarto trimestre del 2018 dovrebbe segnare la seconda contrazione consecutiva del Prodotto interno lordo: l’economia italiana entra dunque nel 2019 in condizioni di stagnazione. La priorità deve essere evitare che si trasformi in una recessione conclamata, la terza in meno di un decennio. Così Confesercenti commenta i dati Istat sulla produzione industriale e la nota dell’Istituto di statistica sull’andamento dell’economia italiana. Dati che tracciano un quadro estremamente preoccupante, segnato da un progressivo indebolimento. Nella media annua, la variazione del Pil…
Vai all’articolo completo Istat: Confesercenti, tira aria di stagnazione, prioritario evitare recessione
Fonte: Confesercenti Nazionale

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *