Istat: Confesercenti, preoccupa calo potere d’acquisto

Nel 2018 ancora 2 miliardi sotto i livelli del 2011. Ripresa mai arrivata per le famiglie, Dl Crescita sia svolta I bilanci delle famiglie non si sono mai risollevati dalla crisi. Lo confermano i dati Istat sul potere d’acquisto degli italiani, in calo nell’ultimo trimestre del 2018 ed ancora di 2 miliardi di euro inferiore rispetto allo stesso periodo del 2011. In sette anni, dunque, le famiglie non sono ancora riuscite a recuperare pienamente quanto perduto durante la grande recessione. Così Confesercenti commenta i dati diffusi oggi da Istat. In questo contesto, l’ulteriore calo del potere d’acquisto registrato nell’ultima parte del 2018 non può che preoccupare. La ‘non ripresa’ dei redditi e del potere d’acquisto degli italiani ha infatti influito pesantemente sui consumi, e quindi sul mercato interno e sulle…
Vai all’articolo completo Istat: Confesercenti, preoccupa calo potere d’acquisto
Fonte: Confesercenti Nazionale

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *