Iva: Confesercenti, priorità evitare aumenti, sono mannaia su consumi e Pil

Bene rassicurazioni, ma sterilizzazione clausole va messa nero su bianco. Il Def ormai genera incertezza “L’aumento delle aliquote Iva sarebbe una stangata da quasi 28 miliardi di euro su imprese e famiglie, per le quali il conto sarebbe di 687 euro l’anno in più a parità di consumi. Una batosta abbastanza forte da annullare del tutto le misure di espansione del reddito adottate dal governo”. Così Confesercenti in una nota. “Considerando l’importanza dei consumi per la nostra economia, preservare il potere d’acquisto delle famiglie è un passaggio necessario per rafforzare le prospettive di crescita. Gli aumenti previsti dalle clausole, secondo le stime Cer per Confesercenti, provocherebbero nel prossimo biennio una riduzione di 10 miliardi della spesa delle famiglie. Una mannaia sui consumi e quindi sul Pil, che aggraverebbe le già…
Vai all’articolo completo Iva: Confesercenti, priorità evitare aumenti, sono mannaia su consumi e Pil
Fonte: Confesercenti Nazionale

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *