Coronavirus: Confesercenti, su chiusure incertezze e contraddizioni. Urgenti chiarimenti, si rischia caos

  “È urgente chiarire le nuove disposizioni di chiusura delle attività di vicinato” È urgente chiarire le nuove disposizioni di chiusura delle attività di vicinato. Il DPCM sul contenimento dell’emergenza, infatti, lascia spazio a dubbi e interpretazioni su quali imprese debbano restare chiuse e quali invece possano continuare a svolgere normalmente il proprio lavoro. Una situazione caotica che rischia di rendere meno efficace lo shutdown. Così Confesercenti in una nota. Rimangono dubbi da chiarire sulle attività delle agenzie di viaggio, sulle imprese di ristorazione non esplicitamente nominate dal decreto, su i servizi d’asporto in loco e a domicilio, sulle attività ricettive con annesso servizio di ristorazione, come anche per i bar che vendono tabacchi e ancora molti altri casi. Si registra anche qualche contraddizione difficilmente spiegabile, visto l’evidente rischio assembramento: rispetto…
Vai all’articolo completo Coronavirus: Confesercenti, su chiusure incertezze e contraddizioni. Urgenti chiarimenti, si rischia caos
Fonte: Confesercenti Nazionale

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *