Cassa integrazione per le imprese dell’artigianato alimentare: Assopanificatori scrive al Ministro del Lavoro e al Presidente dell’Inps

Con una nota a firma del Presidente Davide Trombini, Fiesa Assopanificatori, Associazione maggiormente rappresentativa e firmataria del CCNL del settore della panificazione,  si è rivolta al Ministro del Lavoro Nunzia Catalfo e al Presidente dell’Inps Pasquale Tridico “affinché con urgenza valuti la possibilità di modificare e/o chiarire il sistema e le procedure di accesso ai benefici di cui al D.L. n. 18/2020 relativi all’assegno ordinario per i dipendenti delle aziende delle settore artigiano, attraverso i cosiddetti Fondi di Solidarietà Bilaterali dell’Artigianato.” Nella missiva Fiesa Assopanificatori precisa che “Il DL “Cura Italia” n. 18/2020 e la Circolare INPS del 28 marzo 2020, n. 47, stabiliscono che la domanda di accesso alle prestazioni di Cassa Integrazione non deve essere presentata all’INPS, bensì direttamente ai Fondi di Solidarietà Bilaterali dell’Artigianato. Il Governo ha…
Vai all’articolo completo Cassa integrazione per le imprese dell’artigianato alimentare: Assopanificatori scrive al Ministro del Lavoro e al Presidente dell’Inps
Fonte: Confesercenti Nazionale

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *