Confesercenti Torino alla Regione: “Bene il contributo di 2.500 euro, ma ora lo si estenda alle attività escluse”

“Il contributo regionale di 2500 euro deve essere solo un primo passo per andare incontro alle categorie che riapriranno per ultime. Questo non vuol dire che ci si possa dimenticare di tutte le altre costrette alla chiusura”. Giancarlo Banchieri, presidente di Confesercenti, fa appello alla Regione Piemonte affinché estenda il contributo alle altre attività commerciali ugualmente alle prese con i contraccolpi negativi dell’emergenza Coronavirus: dall’abbigliamento (ancora chiuso, salvo quello infantile), alle librerie e cartolerie (che in Piemonte aprono soltanto oggi, a differenza di ciò che è successo nella maggioranza delle altre regioni Italiane), ai benzinai (che hanno visto ridotto l’erogato del 90%), agli ambulanti (in particolare non alimentari), alle attività e guide turistiche. Tutti costoro, poi, sono clienti degli agenti di commercio, anch’essi fermi perché le attività a cui vendevano…
Vai all’articolo completo Confesercenti Torino alla Regione: “Bene il contributo di 2.500 euro, ma ora lo si estenda alle attività escluse”
Fonte: Confesercenti Nazionale

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *