La Cassazione blocca la vendita di pane precotto e congelato senza confezione

La Corte di Cassazione è nuovamente intervenuta in materia di vendita di pane precotto e congelato Lo ha fatto con la recente Sentenza n. 14712/2020, con cui ha ribadito il principio del preconfezionamento obbligatorio del pane precotto e surgelato, posto in vendita nell’ambito della Grande distribuzione, al fine di distinguerlo correttamente dal pane fresco, così come sancito due mesi or sono dalla stessa Suprema Corte con l’Ordinanza n. 8197/2020, già illustrata e commentata nel dettaglio a cura del nostro Ufficio legislativo. Nella fattispecie, la Sezione adita ha respinto in via definitiva il ricorso di una Società concessionaria e del suo Amministratore delegato, per accertata commercializzazione senza confezione né etichetta, nel Supermercato appartenente ad una nota catena costituita da centinaia di ulteriori punti vendita, di pane acquistato da una ditta estera ed ottenuto dal completamento, previa cottura, di prodotto parzialmente precotto e surgelato, in violazione delle norme nazionali di cui al combinato disposto tra l’art. 14 comma 4 Legge n. 580/1967 e ss. (Lavorazione e…
Vai all’articolo completo La Cassazione blocca la vendita di pane precotto e congelato senza confezione
Fonte: Confesercenti Nazionale

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *