Tari: Confesercenti, beffa Covid. Con lockdown e crisi meno rifiuti, ma imprese rischiano stangata da oltre 5 miliardi di euro

Nuova stangata all’orizzonte per le imprese. Se i comuni manterranno invariate le norme sul servizio di raccolta e lo smaltimento dei rifiuti, le PMI rischiano di dover pagare oltre 5 miliardi di euro di Tari. Un colpo forte soprattutto per turismo e pubblici esercizi, cui potrebbero essere chiesti più di 1,5 miliardi di euro, con esborsi medi di 6.800 euro per gli alberghi, 5.400 per i ristoranti e 2.500 per i bar. Così Confesercenti. Una stangata ma anche una beffa, se si considera che, durante il lockdown di marzo e aprile 2020, i rifiuti urbani prodotti sono diminuiti di circa 500mila tonnellate. E ad essersi ridotti sono soprattutto quelli attribuibili alle imprese, anche dopo la ripartenza delle attività, a causa della crisi innescata dall’emergenza pandemica. “Nonostante l’emergenza Covid-19 abbia costretto…
Vai all’articolo completo Tari: Confesercenti, beffa Covid. Con lockdown e crisi meno rifiuti, ma imprese rischiano stangata da oltre 5 miliardi di euro
Fonte: Confesercenti Nazionale

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *