Confesercenti Arezzo: No all’ipotesi di chiusura anticipata dei locali alle 23

Il Direttore Checcaglini: “Ci pensi bene il Governo prima di assumere una misura che penalizzerà le imprese che ancora non si sono riprese dal lockdown” Confesercenti Arezzo è contraria all’ipotesi dell’eventuale chiusura anticipata di bar e ristoranti alle 23 come misura per contrastare la diffusione del coronavirus. “La ripresa della circolazione del virus” commenta il direttore di Confesercenti Mario Checcaglini “preoccupa naturalmente Confesercenti. Crediamo che siano necessarie misure per contrastare la ripresa della pandemia e per esempio, qualora si dovesse indossare la mascherina non solo negli ambienti chiusi ma anche altrove, non saremmo contrari anche se immaginiamo che dovranno esserci controlli adeguati per verificare il rispetto delle regole”. “La questione che invece ci preoccupa” aggiunge Checcaglini “,e sulla quale siamo contrari, è la chiusura alle 23 dei locali, quali bar…
Vai all’articolo completo Confesercenti Arezzo: No all’ipotesi di chiusura anticipata dei locali alle 23
Fonte: Confesercenti Nazionale

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *