Web tax, il G20 rimanda: “impegno per una soluzione entro il 2020”. Allarme sui dazi: no a guerre commerciali

Domani la proposta Ue per la tassa digitale, ma poche chances. Nulla su Bitcoin Sulla web tax, il segnale che arriva da Buenos Aires, sede del vertice dei 20 Grandi, non lascia sperare in una accelerazione. Nonostante fosse tra i principali punti di discussione previsti, i ministri ed i banchieri centrali del G20 si sono infatti limitati a sottoscrivere un  impegno per trovare una soluzione sulla tassazione dei giganti della rete entro il 2020. “Siamo impegnati a lavorare insieme per cercare una soluzione basata sul consenso entro il 2020, con un aggiornamento nel 2019″, si legge nel comunicato finale. “Abbiamo compiuto progressi sostanziali in materia di trasparenza fiscale. Ulteriori passi per implementare gli standard di trasparenza e i requisiti per lo scambio di informazioni a fini fiscali avranno luogo quest’anno”, è scritto ancora…
Vai all’articolo completo Web tax, il G20 rimanda: “impegno per una soluzione entro il 2020”. Allarme sui dazi: no a guerre commerciali
Fonte: Confesercenti Nazionale

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *