Vendite, Confesercenti: 2018 anno da dimenticare per i negozi. A luglio -1,5%, è ottavo calo consecutivo

Confermata inutilità liberalizzazioni: ad italiani mancano risorse e fiducia, non occasioni di acquisto   Un 2018 da dimenticare per i negozi. Il dato sul commercio al dettaglio a luglio rafforza le nostre preoccupazioni: nel mese le piccole superfici segnano un nuovo calo delle vendite (-1,5%), l’ottavo consecutivo da dicembre scorso, registrando da inizio anno una perdita in volume dell’1,6%. Così Confesercenti commenta i dati Istat. Dalla crisi del commercio nel 2018 non si salva nemmeno la grande distribuzione: a crescere, infatti, è solo il commercio online, che segna il 12,7% in più da inizio anno. Un vero boom, che però non basta a riportare in positivo il dato complessivo delle vendite: anche includendo i negozi elettronici, la variazione negativa in volume cumulata dal commercio nei primi sette mesi è il…
Vai all’articolo completo Vendite, Confesercenti: 2018 anno da dimenticare per i negozi. A luglio -1,5%, è ottavo calo consecutivo
Fonte: Confesercenti Nazionale

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *