Il Ministro per il Sud Barbara Lezzi incontra Confesercenti Reggio Calabria

Accompagnato da una delegazione di Confesercenti Reggio Calabria il Presidente Claudio Aloisio ha incontrato il Ministro per il Sud Barbara Lezzi consegnandogli un documento con alcune proposte di interventi straordinari per la Città Metropolitana riguardanti la possibile istituzione di una zona franca provinciale così da ridurre e riequilibrare la pressione tributaria, agevolazioni per chi investe in strutture ricettive di grandi dimensioni e azioni per facilitare l’accesso al credito alle imprese riducendo al contempo il costo del denaro.
Durante la riunione il Presidente ha portato all’attenzione del Ministro il paradosso insopportabile e ingiusto di una città, quella di Reggio Calabria, che è al contempo la più tassata e la più povera d’Italia ma, anche, sottolineato la capacità e la voglia di riscatto di un territorio che possiede tutte le potenzialità per risollevarsi trasformandosi da problema a risorsa per lo sviluppo nazionale.
Ha inoltre illustrato alcune iniziative molto importanti che Confesercenti Reggio Calabria sta realizzando nell’ambito del turismo e del credito alle imprese che, a breve, saranno presentate alla città.
Il Ministro, dopo aver attentamente ascoltato le proposte portate alla sua attenzione, ha garantito che è già al lavoro per incentivare l’occupazione attraverso la decontribuzione per le imprese del Mezzogiorno e sostenere le micro imprese attraverso l’estensione dell’incentivo “Resto al Sud”, rispetto al quale si intende innalzare e allargare platea ed età dei cittadini che possono fare richiesta.
Alla fine della riunione il Presidente Aloisio ha voluto ringraziare il Ministro Lezzi per l’attenzione che ha riservato alle problematiche esposte e per la disponibilità e la cortesia con le quali ha accolto la delegazione di Confesercenti Reggio Calabria concordando con lei la possibilità di continuare ad avere, nel Ministero del Sud, un punto di riferimento e sostegno per tutte le azioni di sviluppo che si intenderanno intraprendere nel territorio reggino.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *