Canone speciale Rai: agenzie di viaggio non devono pagare se hanno PC, schermi o apparecchi senza sintonizzatore radio o tv digitale

Rebecchi: “Dovuto un canone di abbonamento per ogni sede dell’azienda dove è presente almeno un apparecchio ‘atto o adattabile’ alla ricezione di segnale audiovisivo mentre è dovuto un solo canone per ogni famiglia anagrafica, indipendentemente dal numero di abitazioni possedute!” “Periodicamente la RAI parte in quarta e terrorizza le agenzie di viaggio agitando lo spauracchio di accertamenti ispettivi e ‘involontarie’ violazioni tributarie! – tuona Gianni Rebecchi, presidente di ASSOVIAGGI-Confesercenti a commento dell’attuale invio massivo di lettere da parte della RAI alle agenzie di viaggio. Il canone speciale RAI è dovuto solo nel caso di possesso, fuori dall’ambito familiare, di apparecchi radio, televisori o computer, schermi, media player, chiavette usb o vecchi videoregistratori con un sintonizzatore TV o decoder digitale, anche se non sono utilizzati per la ricezione di trasmissioni radiotelevisive…
Vai all’articolo completo Canone speciale Rai: agenzie di viaggio non devono pagare se hanno PC, schermi o apparecchi senza sintonizzatore radio o tv digitale
Fonte: Confesercenti Nazionale

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *