Istat: Pil peggio di attese. Pesa la frenata di consumi e investimenti

Restituire fiducia a famiglie e imprese per evitare il ‘triple dip’ della crisi Il Pil va peggio di quanto previsto. Il risultato negativo del terzo trimestre – il primo stop dell’economia in quattro anni, dal terzo trimestre del 2014 – è più grave di quanto indicato dalle stesse stime preliminari Istat diffuse un mese fa. La variazione annua acquisita del prodotto interno lordo è ora ferma a quota +0,9%, non troppo lontana – ma neanche vicina – all’1,1% stabilito come obiettivo per l’anno in corso. Un obiettivo auspicabile, ma che appare difficile da raggiungere. Così Confesercenti commenta i conti trimestrali diffusi oggi da Istat. A pesare sulla crescita è la debolezza della domanda interna, che non riesce a dare un contributo positivo alla dinamica del Pil: gli investimenti diminuiscono dell’1,1%…
Vai all’articolo completo Istat: Pil peggio di attese. Pesa la frenata di consumi e investimenti
Fonte: Confesercenti Nazionale

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *