Bce: crescita debole anche nel 2019, tassi fermi più a lungo

In Italia costo debito pubblico superiore a crescita Pil   “Il consiglio direttivo della Banca centrale europea dello scorso 7 marzo ha adeguato la ‘guidance’, con cui orienta le attese sui tassi d’interesse, in modo da riflettere l’aspettativa secondo cui essi si manterranno fermi almeno fino alla fine del 2019 e in ogni caso finché necessario”. A sottolinearlo è il bollettino economico della Bce, spiegando che “in un contesto di crescita più debole che rallenta l’aggiustamento dell’inflazione verso il 2%, la Bce ha anche deciso di avviare una nuova serie di operazioni mirate di rifinanziamento a più lungo termine (OMRLT-III) e di continuare a effettuare operazioni di prestito tramite procedure d’asta a tasso fisso con piena aggiudicazione dell’importo almeno fino alla fine del periodo di mantenimento delle riserve che inizia…
Vai all’articolo completo Bce: crescita debole anche nel 2019, tassi fermi più a lungo
Fonte: Confesercenti Nazionale

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *