Confesercenti: vendite ferme già prima dell’emergenza coronavirus

Ora a rischio 4 miliardi di consumi entro giugno Per il commercio il futuro è decisamente fosco. L’emergenza Coronavirus si innesta infatti su un quadro già difficile per i consumi: le vendite – come certifica l’Istat – si sono bloccate già a gennaio, prima dell’esplosione dell’emergenza coronavirus. E adesso la situazione non può che peggiorare: secondo le nostre stime, infatti, il panico e la riduzione della socialità rischiano di causare una perdita di quasi 4 miliardi di euro di consumi entro giugno. Una perdita che andrà rivista al rialzo se, come sembra, la fase acuta dovesse continuare ancora. Così Confesercenti commenta i dati Istat sulle vendite di gennaio, che mostrano una variazione congiunturale nulla, in valore, sul mese precedente. Dalle rilevazioni su gennaio dell’Istituto di statistica emerge infatti un quadro…
Vai all’articolo completo Confesercenti: vendite ferme già prima dell’emergenza coronavirus
Fonte: Confesercenti Nazionale

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *