Dl Rilancio: Confesercenti, misure a pioggia ma turismo e mercati all’asciutto. Escludere imprese da responsabilità civili e penali

L’analisi dell’associazione: 12 miliardi di euro per le piccole imprese, ma per attività turistiche c’è poco, per gli ambulanti niente. Più burocrazia sul lavoro, doccia fredda CIGD: si complica invece di semplificare Il Dl Rilancio segna un deciso passo in avanti nelle risorse e nel numero degli interventi a sostegno delle imprese. Nonostante le tante misure, anche a pioggia, il settore turistico ed il commercio ambulante rimangono però ancora all’asciutto. Resta inoltre la responsabilità civile e penale del datore di lavoro, anche se a posto con gli adempimenti di sicurezza: una stortura da correggere subito. Così Confesercenti sul DL Rilancio. Da una prima analisi del testo bollinato, le risorse mobilitate a favore delle imprese di minori dimensioni sono circa 12 miliardi di euro, poco meno di un quarto del totale.…
Vai all’articolo completo Dl Rilancio: Confesercenti, misure a pioggia ma turismo e mercati all’asciutto. Escludere imprese da responsabilità civili e penali
Fonte: Confesercenti Nazionale

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *