Confesercenti Torino: “Un fondo per la liquidità delle attività commerciali dai risparmi sui buoni pasto dei lavoratori in smart working”

Il Presidente Banchieri: “Gli enti pubblici non possono fare cassa  sulla pelle dei commercianti. E poi subito tutti in ufficio” Un fondo per sostenere la liquidità dei pubblici esercizi e delle altre attività commerciali alimentato dai risparmi realizzati dalla pubblica amministrazione grazie alla mancata erogazione dei buoni pasto ai dipendenti in smart working: è questa la proposta che Giancarlo Banchieri, presidente di Confesercenti, ha lanciato durante l’audizione della terza commissione consiliare della Regione dedicata ai problemi del commercio. “Regione, Comuni e tutti gli altri enti pubblici – spiega Banchieri – non possono pensare di risparmiare sulla pelle delle nostre imprese: si tratta di una massa di denaro ingente che in condizioni normali sarebbe entrata nelle casse di bar, ristoranti e negozi. La situazione delle attività di somministrazione, private quasi del…
Vai all’articolo completo Confesercenti Torino: “Un fondo per la liquidità delle attività commerciali dai risparmi sui buoni pasto dei lavoratori in smart working”
Fonte: Confesercenti Nazionale

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *