Confesercenti Arezzo: “Chiusura anticipata di bar e ristoranti, misura non necessaria”

Il Direttore Checcaglini: “L’aumento dei contagi  non può essere frenato semplicemente chiudendo in anticipo bar e ristoranti, o eliminando i posti esterni ai locali” Con il nuovo Dpcm, ristoranti e bar dovranno chiudere alle 24 ma dalle 21 sarà vietato consumare in piedi Tra le novità principali del nuovo dpcm firmato nella notte dal premier Giuseppe Conte e dal ministro Roberto Speranza, che sarà in vigore per i prossimi trenta giorni c’è quella che riguarda  bar e ristoranti che  dovranno chiudere alle 24 ma dalle 21 sarà vietato consumare in piedi: potranno quindi continuare a servire i clienti solo i locali che abbiano tavoli, al chiuso o all’aperto. “Confesercenti Arezzo giudica la chiusura anticipata dei pubblici esercizi” commenta Mario Checcaglini direttore di Confesercenti Arezzo “ una misura non necessaria. Le…
Vai all’articolo completo Confesercenti Arezzo: “Chiusura anticipata di bar e ristoranti, misura non necessaria”
Fonte: Confesercenti Nazionale

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *